OLI E PASTELLI

FAUSTO PIRANDELLO

26 OTTOBRE  - 16 NOVEMBRE 2019

SCHEDA TECNICA

Artista: FAUSTO PIRANDELLO

Curatori: LORENZO LOMBARDI

Test in catalogo:DOMENICO GUZZI,VIRGILIO GUZZI

Catalogo: EDIZIONE GALLERIA LOMBARDI

Inaugurazione: SABATO 26 OTTOBRE, 18:00

Testi in catalogo: DOMENICO GUZZI E VIRGILIO GUZZI

Sede: GALLERIA LOMBARDI, ROMA

A Roma, il giorno 26 Ottobre, presso i locali della Galleria Lombardi, verrà inaugurata l’esposizione “Oli e Pastelli” di Fausto Pirandello, con una selezione di circa 15 opere del Maestro eseguite tra gli anni ‘30  e gli anni ’70. Fausto Pirandello, esponente della cosiddetta Scuola Romana, si distingue – sin  dagli anni ’40 – per l’originalità della sua pittura materica e scabra, che coglie con la densità del suo colore il realismo degli attimi più crudi e impietosi della quotidianità.

 

Scriveva Domenico Guzzi,

...Al modo pirandelliano, la materia è agra, pur se pastosa” il colore a sua volta, si calibra sulle luci e sulle ombre e sembrerebbe, nonostante taluni particolari farebbero intendere l’inverso, che l’artista non si avvii da un disegno ma, questo, sia in virtù di colore (che diviene forma) che essenzialmente lo evoca. Allo stesso modo dovrà parlarsi di sintesi, una volta di più coniugata in relazione al divenire dell’immagine…

Scriveva Virgilio Guzzi,

….Le umane forme hanno perduto ogni classica grazia, vivono tormentose nella articolazione dei contorni, nella improvvisazione di un gesto; sono anatomie sviscerate con amore implacabile, pronte allo scatto….

La Galleria Lombardi ha il privilegio di poter proporre in mostra una selezione delle opere risalenti al periodo realistico-espressionista, significative del travaglio che coinvolse lo stile pittorico dell’artista dall’astratta tassellatura del colore cubista, appresa durante il periodo parigino, a una composizione in cui l’elemento figurativo si smembra, divenendo sempre più evocativo e drammatico, introspettivo e poetico.